Abbiamo intervistato Anna Maria Siccardi, co-fondatrice di Rete Del Dono, una realtà che sta diffondendo un sistema di donazione innovativo che permette ad organizzazioni e singole persone di trovare supporto per le loro buone cause.

 

Motto “Il personal fundraising si fa strada”

Settore Crowdfunding per il terzo settore

Anno fondazione 2012

Team 9 persone

Website www.retedeldono.it

 

Ci descrivi cos’è Rete Del Dono?

È una piattaforma di crowdfunding donation based e personal fundrasing dove i veri protagonisti sono gli individui che mettono le loro sfide personali (soprattutto sportive) al servizio della raccolta fondi per una buona causa.

In breve, perché un’iniziativa ad impatto sociale e non aprire una pizzeria?

Perché non c’è bisogno di una pizzeria in più.

Qualcosa che non tutti sanno su questo settore..

Il Terzo Settore (leggi non profit) genera in Italia il 4,3% del PIL.

Se l’innovazione fosse una persona come ti conquisterebbe?

Con un innovatore vero non ci si annoia mai, ogni tanto ti volti indietro con il fiato corto e ti stupisci di quanta strada si è fatta.

Cosa consiglieresti oggi a chi vuole diventare un imprenditore ad impatto sociale?

Penso che un’iniziativa che vuole avere un impatto sociale deve preoccuparsi fin dall’inizio della sostenibilità economica. Se non si guarda a questo aspetto fin dall’inizio si rischia di costruire castelli (belli) sulla sabbia.

Quali sono i vostri prossimi passi?

Lato tecnologia metteremo online una versione del sito totalmente responsive e multilingua, perché i dati ci dicono che è il momento di farlo: il tasso di donazioni da smartphone  raddoppia di semestre in semestre e (udite udite) ci sono fundraiser e sportivi residenti all’estero che fanno donazioni e raccolta fondi per ONP italiane.

Impact Hub Torino

Impact Hub Torino